Nuovo modello per l'autovalutazione 2013

Sulla scorta dell'esperienza maturata e delle osservazioni fin qui raccolte, è stato elaborato un nuovo modello da adottare a partire dall'anno di competenza 2013. La novità principale consiste in una maggiore flessiblità nella definizione dei contributi alla sezione D - Impact. E' previsto che oltre ad una parte comune a tutti i centri, vi sarà la possibilità di adattare gli indicatori alle specifiche modalità di relazione con la società che caratterizzano ciascun centro. Viene introdotto inoltre un breve testo preliminare che dovrebbe fungere da presentazione del centro, della sua missione e attività. Anche il processo di censimento dei dati sarà innovato grazie all'introduzione di un sistema informatizzato (V-UGO) che verrà messo a disposizione delle segreterie dei centri (nella fase sperimentale sono stati raccolti mediante template file).

Nel seguito analizziamo e commentiamo le singole sezioni del nuovo modello, elencando gli indicatori di riferimento. Per il dettaglio sulle informazioni raccolte, si rimanda alla descrizione dei dati.

Il documento di autovalutazione si apre con una breve presentazione del centro nella quale vengono sinteticamente illustrate le caratteristiche principali dell'organizzazione, la sua missione, attività scientifica. E' ragionevole attendersi che questo testo (che dovrebbe essere contenuto in mezza pagina) non subisca modifiche significative di anno in anno poichè dovrebbe rappresentare le caratteristiche più persistenti e distinive del centro.

La sezione A - OBJECTIVES rimarrà invariata (un breve testo), ma si dovrà dare maggiore evidenza agli obiettivi effettivamente dichiarati in fase di programmazione annuale, rimandando quanto riguarda la mera descrizione del centro, della sua storia, e delle sue attività istituzionali alla presentazione di cui sopra.

La sezione B - HUMAN CAPITAL manterrà la stessa struttura generale, avvalendosi sia di dati provenienti dai database delle Risorse Umane sia di dati censiti nel nuovo sistema informativo V-UGO. Alla prova dei fatti, questo quadro sembra effettivamente rappresentare una buona sintesi del capitale umano dei centri da due punti di vista complementari: da un lato consente di esprimere la forza e la composizione del personale afferente al centro secondo categorie ampie ma di chiara e comune interpretazione; d'altra parte il quadro raccoglie anche informazioni sul valore del capitale umano in termini di riconoscimento da parte della comunità scientifica.

La sezione sarà divisa in 4 parti; le visite di studiosi di altre istituzioni saranno rappresentati nella categoria B4 - Guest Scientists e B3 - Recognition verranno introdotti Conference Chair e Other, tipo quest'ultimo sotto il quale potranno essere raccolti riconoscimenti significativi, ma che non ricadono nei tipi standard.

La sezione C - RESULTS contiene una prima parte che raccoglie i dati delle pubblicazioni come presentati in tutte le analisi messe in linea da Research Assessment. La nuova parte C.2 raccoglierà le presentazioni su invito a conferenze, che non sono più censite in U-GOV ma che saranno raccolte nel database V-UGO. La parte C3. Funding rappresenta i dati di progetti, commesse e licenze come rendicontati e riprende perciò categorie già standardizzate, che non varieranno nel nuovo modello. Vi è poi una quarta parte (con dati che saranno raccolti nel nuovo sistema V-UGO) che rappresenta la responsabilità scientifica di singoli ricercatori nell'ambito di progetti di ricerca o network internazionali. Verrà introdotta poi la categoria Other Responsibilities, per rappresentare altri tipi di responsabilità non riconducibili alle precedenti categorie. La nuova struttura sarà quindi la seguente:

La sezione D - IMPACT conterrà una parte comune a tutti i centri (sez. D1 e D2), mentre la sez. D3 sarà specifica per ciascun centro. A partire da un insieme di modelli predefiniti, ne verrà individuato un sottoinsieme che meglio possa rendere conto del modello di impatto del centro. Un breve testo enuncerà le ragioni di questa scelta. La nuova struttura sarà quindi la seguente:

La sezione E - ANALYSIS AND IMPROVEMENTS rimarrà invariata e sarà un breve testo che descrive punti critici, possibili azioni migliorative e strategie per il futuro.